Il pianoforte di Ballista per il ciclo «Urlo e silenzio»

Stasera (ore 21, ingresso libero), al Teatro di Verdura di via Senato 14, nell’ambito della Milanesiana, festival culturale ideato e diretto da Elisabetta Sgarbi, Enrico Ianniello leggerà da Karl Marx L’ideologia tedesca. Per la prima volta, a completamento delle serate della manifestazione, che si avvia alla conclusione di questa XII edizione, la rassegna si arricchisce degli incontri di Filosofia sul tema «L’urlo e il silenzio».
Durante il quarto e penultimo incontro, coordinato da Armando Torno, insieme con l’attore Enrico Ianniello, già ospite della Milanesiana con lo spettacolo teatrale tratto da Tradimenti di Harold Pinter, interverranno, con letture sul tema, il filosofo Gianni Vattimo, professore di Estetica e Filosofia Teoretica, oltre che parlamentare europeo, Sergio Givone, professore ordinario di Estetica all’Università di Firenze, Giacomo Marramao, professore di Filosofia Teoretica e Politica, e Diego Fusaro, studioso di Filosofia della Storia e curatore del progetto internet «La filosofia e i suoi eroi». A chiudere la serata, il concerto al pianoforte di Antonio Ballista: il maestro eseguirà il quarto atto di un unico concerto in cinque parti che accompagna ogni giorno, fino a domani, gli incontri del festival.