Pianoforte a quattro mani per Mozart

Pronta e servita la prossima stagione della Gog, che è stata presentata ieri pomeriggio nella nuova sede di Galleria Mazzini; occasione poi per ricordare alcuni vicinissimi appuntamenti che terranno impegnato il pubblico anche a teatro chiuso, primo fra tutti il concerto inaugurale della conferenza internazionale nel campo della liuteria digitale e delle interfacce uomo-macchina (NIME) che si terrà a Casa Paganini dal 4 al 7 giugno.
L'appuntamento musicale (4 giugno alle 18) presenta quattro composizioni (Nicola Ferrari, Roberto Girolin, Alessandro Sartini, Giorgio Klauer) concepite con l'ausilio di interfacce digitali ed eseguite in prima assoluta. Imminente anche la stagione «Architettura e Suono, Concerti al Museo Diocesano», che prevede quattro appuntamenti a base di musica barocca in diverse sedi, tutti alle 21 (16 giugno nel Chiostro dei Canonici di San Lorenzo con l'organo di Ton Koopman; 21 giugno nella Chiesa del Ss. Nome di Maria e degli Angeli Custodi - Scuole Pie con Michela Petrial al flauto e Lars Hannibal al liuto; 3 luglio nel Chiostro della Cattedrale di San Lorenzo con Ruggero Lagana all'organo e al clavicembalo; 7 luglio di nuovo nelle Scuole Pie, con Riccardo Minasi al violino, Marco Ceccato al violoncello e Giulia Nuti al clavicembalo).
E ora veniamo alla Gog, che propone un cartellone ricco ed interessante, tra cui - punta di diamante - Daniel Barenboim (26 gennaio) che con Elena Bashkirova eseguirà pagine di Mozart e del novecento musicale per pianoforte a quattro mani. Pianoforte ancora per diversi appuntamenti e grandi interpreti: a novembre, Olli Mustonen (3) eseguirà pagine di ?aikovskij, Skrjabin, oltre ad una composizione propria; Arcadi Volodos (17) con Schubert e Liszt; Andras Schiff (24) proporrà alcune meravigliose sonate di Beethoven. Conclude la sezione pianistica 2008 Grigory Sokolov (1 dicembre) con due sonate di Mozart. Altri grandi pianisti nella seconda parte della stagione: Richard Goode (9 febbraio), Piotr Anderszewski (2 marzo), Boris Petrushansky (27 aprile) e infine Kun Woo Paik (25 maggio) di nuovo con sonate di Beethoven. Il primo concerto di stagione (13 ottobre) ospita la Franz Liszt Chamber Orchestra diretta da Janos Rolla con il clarinettista Michael Collins, che eseguirà - fra l'altro - lo splendido concerto di Mozart in la maggiore; poi la London Chamber Orchestra (15 dicembre) con programma mozartiano; ancora la Amsterdam Baroque Orchestra e Choir diretti da Ton Koopman (6 aprile) per la Passione secondo San Matteo di Bach; infine i Virtuosi Italiani con Massimo Mercelli al flauto (20 aprile) che eseguiranno musica di Bach e Mendelssohn. Per gli ensemble, ad ottobre abbiamo l'Altenberg Trio (20) e il Quartetto Prometeo (27); il 10 novembre, il duo Isabelle Faust (violino), Silke Avenhaus pianoforte; a febbraio è la volta del Quintetto Fiorentino con Marco Vincenzi al pianoforte (2); il duo violoncello/ pianoforte Alisa Weilerstein, Evgenia Startseva (16); poi il Quartetto Aviv (23). A marzo altri due Quartetti, il Faurè (9) e l'Artemis (16); il duo violino/ pianoforte Sergey e Lusine Khachatryan (23) e il duo violoncello/ pianoforte Sol Gabetta e Mihaela Ursuleasa (30). Infine il 4 e il 18 maggio, appuntamento rispettivamente con il Quartetto Hagen e il violista Antoine Tamestit, e con il Trio di Parma. Concludiamo con l'appuntamento del 22 dicembre nella Chiesa del Gesù con La Risonanza diretta da Fabio Bonizzoni che eseguirà pagine di Händel; e con i grandi King's Singers (19 gennaio) che proporranno un vasto e variegato programma.