Piantati 10 ulivi giunti da Gerusalemme

«Questa mattina (ieri, ndr) all’interno del Parco Egerio sono stati piantati 10 ulivi che provenivano da Gerusalemme. Un importante gesto simbolico - spiega l’assessore capitolino all’Ambiente Fabio De Lillo - nato dalla collaborazione tra l’assessorato all’Ambiente e l’associazione Keren Kayemeth Leisrael che, da oltre 100 anni, si occupa di tematiche ambientali con particolare attenzione per la piantumazione degli alberi. Alla cerimonia hanno partecipato i bambini dell’Istituto Regina Margherita e degli asili infantili Israelitici. Una presenza che mi ha reso particolarmente felice perché educare i giovani al rispetto per l’ambiente è una tappa fondamentale nel processo di sensibilizzazione ai valori ambientali. È mia intenzione ripetere, ogni anno, questa cerimonia nei luoghi più significativi della città». «Ringrazio sentitamente il sindaco Alemanno e l’assessore all’Ambiente Fabio De Lillo per aver condiviso la nostra proposta - spiega Aldo Anav, presidente del Keren Kayemeth Leisrael Roma che ha partecipato alla cerimonia - Siamo molto felici della collocazione degli alberi che gli operatori del Servizio Giardini hanno piantato a due passi dalla casa di Alberto Sordi, un personaggio conosciuto in tutto il mondo, orgoglio e simbolo della città di Roma. Abbiamo scelto l’ulivo perché è universalmente riconosciuto come simbolo di pace ed è un albero che vive più di mille anni. L’augurio mio e del Keren Kayemeth Leisrael è che questi alberi significhino sentimenti veri e duraturi di amicizia e solidarietà».