Piante carnivore usate come anti-zanzara

Siamo da sempre affascinati dalle piante carnivore capaci di evolversi e moltiplicarsi negli ambienti più ostili, come ad esempio ai terreni poveri di azoto e sali minerali, alle torbiere, ai pantani, ai terreni acquitrinosi. Proprio per rimediare a questo non trascurabile inconveniente, hanno modificato le loro foglie, trasformandole in trappole, per ricavare le sostanze nutritive attraverso la digestione delle proteine degli animali e degli insetti, catturati per mezzo di subdole trappole che possono essere di diversi tipi. Alcune sono dotate di trappole a tagliola, altre di tubi ripieni di liquido digestivo, altre ancora ricoperte di colla acida.

Sono circa 600 le specie diffuse in tutto il mondo. Da molti vengono considerate come la migliore arma biologica contro mosche, zanzare, vespe.