Piatti tradizionali e vino rosso al chiaro di luna

Andrea Indini

Queste sere d’estate, in cui il caldo ha dato un po’ di tregua a chi non è ancora partito per le vacanze, sono il periodo giusto per concedersi una buona cena in trattoria. Ambiente riservato, locale all’aperto e piatti tradizionali: la Milano del mangiar bene va ancora tutta scoperta.
Tra le più famose la Trattoria Madonnina (02-8940.9089, via Gentilino 6) prepara un’ottima cotoletta alla milanese abbinata a patate (in inverno) o rucola e pomodorini (in estate) e accompagnata da un Pezzalunga dell’Oltrepò Pavese. Tra i piatti estivi consigliati anche lo stinco, la tonnata e il carpaccio con rucola e grana. L’Osteria Stendhal (02-6572.059, via San Marco 1) ha una bellissima terrazza esterna che da’ sulla piazza. Qui è possibile mangiare ottimi tagliolini fatti in casa al ragù di branzino e crostacei, rigorosamente accompagnati da uno Chardonnay Antinori del 2004. Con 350 posti a disposizione e bellissimo giardino, la Trattoria Ribot (02-3300.1646, via Cremosano 41) prepara la costata all’antica, ovvero una tagliata accompagnata da un’ampia selezione di verdure brasate.
Pur non avendo il giardino, annoveriamo nella lista la Trattoria Montina (02-3490.498, via Procaccini 54): assolutamente da provare la frittura impazzita e l’aragosta alla catalana. Il locale presenta una cucina classica per quanto riguarda i piatti nazionali e una cucina piuttosto creativa per il reparto mare. Impareggiabili i gamberoni fritti, velati con miele e serviti con mozzarella di bufala. Li accompagna o un Fiano di Avellino o un Greco di Tufo.