Piazza Affari chiude in calo con finanziari, Ftse Mib -0,23% Sale Bulgari

Chiusura negativa per la Borsa di Milano che, dopo tre rialzi consecutivi, vede il Ftse Mib cedere lo 0,23% a 20.487 punti e l'All Share lo 0,16% a 21.188 punti. Una seduta partita in calo e poi trascorsa sempre sul filo della parità, con gli indici influenzati dai realizzi nel comparto finanziario. Molto sottile il volume degli scambi, scesi oggi a 1,9 miliardi di controvalore. Dopo una serie di rialzi, chiudono in territorio negativo banche e assicurazioni. Giù in particolare Bpm (-1,71%),dopo il balzo di ieri; ribassi anche per Intesa Sanpaolo (-1,59%), Unicredit (-1,56%) e Banco Popolare (-1,33%). Tira il fiato FonSai (-0,95%) dopo il rally delle ultime sedute; nella galassia Ligresti, peggio fa Premafin (-3,07%) mentre Milano Assicurazioni cede un più contenuto 0,5%. Invariata Generali, che si avvia a nominare il country chairman nel cda della prossima settimana. Nel risparmio gestito, giù Azimut (-1,3%) e Mediolanum (-1,15%). Balzo per Bulgari (+3,99%) mentre il settore del lusso a livello europeo è interessato da operazioni di fusione e acquisizione; sale anche Luxottica (+0,56%). Tra le migliori sul Ftse Mib c'è A2A (+3,26%) mentre procedono le discussioni sul riassetto di Edison; nel comparto energetico, piatta Enel e poco mossa Eni (+0,06%), mentre Saipem sale dell'1,17%. Contrastati i cementi (Buzzi -1,78% e Italcementi +1,69%) e gli industriali (Fiat +0,55%, Pirelli -0,89%). Bene Prysmian (+1,51%) e Finmeccanica (+1,37%); in buon rialzo Mediaset (+2,04%), giù Cir (-2,89%). In lieve calo Telecom (-0,36%). Fuori dal paniere principale, in evidenza Rcs (+6,40%) grazie a un report di Mediobanca e in attesa della presentazione del piano industriale la prossima settimana.
Le Borse estere. Chiudono contrastate le principali borse europee anche sulla scia dell'andamento fiacco di Wall Street. In una giornata priva di particolari spunti sui listini prevale la cautela nonostante i dati migliori delle attese arrivati dagli Stati Uniti. L'indice Ftse 100 a Londra archivia la seduta con un +0,09%, il Dax 30 di Francoforte sale dello 0,60% e lo Psi di Lisbona cresce dello 0,52%. In calo il Cac 40 di Parigi che lima lo 0,02%, l'Ibex di Madrid che lascia sul terreno lo 0,62%, l'Ftse Ase di Atene che registra un -2,56% e l'Iseq di Dublino che segna una flessione dello 0,5%.