Piazza Affari chiude in calo con finanziari, Ftse Mib -1,54%. Vola Bpm

Ancora una giornata di perdite per la Borsa di Milano, di nuovo la peggiore tra le principali piazze d'Europa con il Ftse Mib che cede sul finale l'1,54% a 14.286 punti, sui minimi di seduta, e l'All Share in calo dell'1,41% a 15.056.In calo il controvalore degli scambi, sceso a 1,5 miliardi. Piazza Affari ha tentato con poca convinzione il rimbalzo in mattinata, per poi invertire la rotta appesantita dalle banche. Rimangono le preoccupazioni per la crisi del debito, mentre il differenziale Btp-Bund è tornato a salire sopra i 490 punti; negativa anche Wall Street dopo il taglio delle stime sul Pil Usa nel terzo trimestre. Sul listino di Milano accusa le maggiori perdite il comparto bancario, tutto in forte calo a eccezione di Bpm, che, balzata in controtendenza quasi del 10%, è tra i pochi titoli positivi sul Ftse Mib. Per il resto, è rosso profondo: Unicredit cede il 4,17% e Intesa Sanpaolo, in attesa di sciogliere il nodo della nomina del nuovo amministratore delegato, il 2,43%. Mps segna -3,3% e Bper -3,96%. Male i finanziari: la peggiore è Azimut (-6,31%) seguita da Fonsai (-5,75%) e Banco Popolare (-5,87%). Tra gli industriali, non riesce il rimbalzo a Finmeccanica che, dopo una mattinata brillante, si ferma a +0,27%; sale Prysmian (+2,93%), bene anche Pirelli (+0,55%) mentre Fiat lascia sul terreno il 2,95% e Fiat Industrial lo 0,59%. In controtendenza la controllante Exor (+1,68%) Pesante Stm (-5,39%), in calo Telecom (-2,29%) e Mediaset (-2,71%). Tra gli energetici, Eni segna -1,9%, piatta Enel (+0,07%), giù A2a (-1,03%); poco mossa, fuori dal Ftse Mib, Edison (-0,3%) che ieri ha depositato alla Consob la richiesta di esenzione dall'obbligo di opa. Flessioni per Autogrill (-1,8%) e Atlantia (-0,29%); giù Parmalat (-1,17%) e Tod's (-1,11%) mentre strappa un rialzo Lottomatica (+0,57%).
Le Borse estere. Chiudono in calo le Borse europee. Giù dello 0,3% il Ftse 100 di Londra. Arretra dell'1,22% il Dax di Francoforte e a Parigi il Cac 40 perde lo 0,84%. Madrid cede l'1,45%.