Piazza Affari chiude in leggero calo con banche piatte, Ftse Mib -0,37%

Chiusura in leggero calo per la Borsa di Milano, con gli indici che cedono poco più dello 0,3%, sull'onda dei risultati delle altre Borse europee e dopo una giornata che ha visto numerose oscillazioni, conclusa con titoli bancari fermi attorno allo zero: Intesa (+0,27%), Ubi (+0,66%), Monte dei Paschi di Siena (-0,66%).I miglioramenti della Borsa americana non sono serviti a dare la scossa al mercato italiano: il Ftse Mib ha registrato un -0,37%, stessa perdita dell'indice All Share. Fiat in calo (-2,07%) ma ha recuperato in parte le perdite di metà giornata, dovute al balzo di ieri - +3,89% - seguito ai dati positivi di Chrysler. Tenaris ha chiuso in netto ribasso (-2,99%) dopo il report negativo di Mediobanca che abbassa il giudizio sul titolo. In calo Pirelli (-1,58%)e Buzzi (-1,44%). Deboli anche Telecom (-0,59%) e gli energetici per il prolungarsi dell'incertezza sulle esportazioni di petrolio dalla Libia fra cui Eni (-1%), Enel Green Power (-1,37%), A2a (-0,65%). Nel listino principale, ottima la performance di Diasorin: +3,58%. Rialzo per Impregilo (+1,63%) sulle ipotesi di uscita dei Ligresti dalla holding di controllo Igli. Perdono anche gli assicurativi: Fonsai (-1,21%), Saras (-1,79%) mentre tiene Generali (-0,12%). Bene Parmalat che da metà giornata ha visto il titolo stabile su un +1,3%. Male la Lazio (-5,82%) che soffre dopo la sconfitta di ieri che mette a rischio il quarto posto in campionato e la qualificazione per la Champions League.
Le Borse estere. Chiusura in calo per le principali Borse europee, con Londra in controtendenza,dopo essere stata chiusa ieri per festività:l'indice Ftse 100 sale dello 0,21%. A Francoforte il Dax perde lo 0,36%, con Deutsche Bank che cede il 2,1%, dopo essere stata denunciata per frode dal governo Usa. Giù dello 0,29% il Cac 40 di Parigi. Madrid cede lo 0,48%.