Piazza Affari chiude in lieve rialzo, Ftse Mib +0,16%, su Telecom

Chiusura di seduta in lieve rialzo per la Borsa valori con l'indice Ftse Mib che sale dello 0,16% a 21.686 punti e l'All Share dello 0,19%. Giornata interlocutoria per il mercato, che ha consolidato i forti rialzi di ieri; non ha smosso le acque l'avvio incerto di Wall Street, frutto di dati contrastanti, con l'indice della Fed di Filadelfia in crescita, mentre Wal Mart prevede utili sotto le stime per questo trimestre. Dopo l'apertura negativa con perdite tra i bancari, Piazza Affari ha recuperato terreno nella seconda fase della seduta, trainata dal buon andamento di alcuni titoli. Tra le migliori performance, vanno registrate quella di Telecom che cresce del 2,32% sull'onda delle nuove indiscrezioni in merito all'ipotesi di fusione con Telefonica, e quella di Mediolanum (+2,24%) che continua a giovarsi dei dati sui rientri dei capitali grazie allo scudo fiscale diffusi nei giorni scorsi. Bene anche Bulgari (+2,31%) e Mediaset (+1,05%, dopo la vittoria della vertenza con Sky sugli spazi pubblicitari e la promozione della raccomandazione JpMorgan da «neutral» a «overweight»). Giù i bancari: Banco Popolare (-2,07%); Monte dei Paschi (-1,52%); Unicredit (-1,02%) e Intesa San Paolo (-0,93%) per cui l'Antitrust ha comunicato solo a Borsa chiusa la soluzione trovata sulla vicenda Agricole. Tra gli assicurativi soffre ancora FonSai dopo i dati 2009 comunicati nei giorni scorsi, Unipol perde lo 0,17% mentre Generali guadagna lo 0,12%. Negativo il titolo Fiat (-1,27%) anche di riflesso ai conti deludenti di Daimler, mentre Crédit Suisse ha reiterato il giudizio di «outperform» confermando il prezzo obiettivo di 11,5 euro. Tra gli energetici, Eni e Saipem salgono (+0,95% e +1,26%) anche sulla scia del rialzo del greggio, così come Enel (+0,83) e Terna (+0,08%) che ieri ha diffuso i dati preliminari per il 2009. Tra le altre blue chip St guadagna l'1,78% sulla scia dei conti in crescita di Hp.
Le Borse estere. Chiusura in positivo per le Borse europee dopo un'apertura in calo. A Londra l'indice Ftse 100 avanza dello 0,92%. A Francoforte il Dax guadagna lo 0,57% e a Parigi il Cac 40 segna un +0,61% . In rialzo anche Atene, Lisbona e Madrid.