Piazza Affari chiude in netto calo con Wall Street, Ftse Mib -2,21%.

Piazza Affari scivola nella seconda parte della seduta e chiude sui minimi, tra le peggiori in Europa, una giornata cominciata con il segno positivo. L'indice Ftse Mib cede il 2,21% a 21.224 punti e l'All Share il 2,08% a 21.738. In rialzo gli scambi, pari a 2,5 miliardi di controvalore. Il mercato è stato appesantito oggi da una serie di dati negativi, a cominciare dall'indice Ifo tedesco, che misura la fiducia delle imprese della nazione, sceso a sorpresa a febbraio; giù anche la fiducia dei consumatori negli Usa, mentre il comparto bancario ha sofferto particolarmente per i conti inferiori alle attese presentati da Commerzbank. Crolla Fastweb, con le indagini che coinvolgono i vertici della società: nel mirino anche Telecom Italia Sparkle, controllata al 100% dal gruppo guidato da Franco Bernabè, che ha registrato un calo più contenuto in Borsa(-2,87%) con l'ipotizzata fusione con Telefonica che si fa sempre più lontana. Fastweb, con un ribasso del 7,56%, mette a segno una delle peggiori performance di Piazza Affari; peggio ha fatto solo Snia, lasciando sul terreno il 7,59% dopo la richiesta di insolvenza della capogruppo. Sul Ftse Mib, i peggiori sono stati i bancari, con Unicredit -3,88% e Intesa Sanpaolo -2,69% nel giorno in cui i consigli hanno avviato il processo di quotazione della controllata Fideuram. Più contenuta la flessione di Mediobanca (-0,65%) che domani riunirà il Patto e il cda. Giù gli industriali: Fiat -3,46%, Pirelli -2%, Finmeccanica -1,91%. In rosso il comparto energetico (Eni -1,7%, Saipem -2,68%, Tenaris -3,28%); A2A, insieme a Geox unico rialzo sul paniere principale, guadagna l'1,75% in scia a indiscrezioni, smentite, su una cessione in vista della quota detenuta in Edison (+2,71%). Segno negativo anche per gli assicurativi: Generali cede il 2,3%, FonSai -2,06%, Unipol -2,71%. Giù Stm (-3,68%); nel lusso, Luxottica cede lo 0,42%, Bulgari -0,97%, mentre Geox guadagna lo 0,16% sulla debolezza dell'euro.
Le Borse estere. Chiudono in calo le Borse europee. Londra cede lo 0,69%. Arretra dell'1,48% il Dax di Francoforte e cala dell'1,32% il Cac 40 di Parigi. Giù del 2,4% sia Atene che Madrid e in perdita dell'1,5% Lisbona.