Piazza Affari chiude in netto rialzo, Fiat +10,3%, Mibtel +3,4%

Piazza Affari ha chiuso la seduta in netto rialzo, in linea con le altre Borse europee e sulla scia del buon andamento di Wall Street. Ai mercati è riuscito il rimbalzo, dopo la debacle di ieri, nonostante le pessime notizie che continuano ad arrivare sul fronte macro, con l'Ocse che prevede che la recessione in Italia durerà per i prossimi tre anni, mentre negli Usa i prezzi delle case, l'indice Chicago Pmi e l'indice di fiducia dei consumatori sono risultati inferiori alle attese degli analisti. Il Mibtel ha chiuso a +3,50% e l'S&P Mib a +3,97%. Fra le blue chip rally per Fiat (+10,3%) che è riuscita a recuperare integralmente il tracollo di lunedì. A spingere il Lingotto è stato il via libera di Obama al piano di integrazione fra Fiat e Chrysler. In rally anche Banco Popolare (+12,1%), migliore blue chip della giornata, in rimbalzo dopo un lunedi nero (-12,8% ieri) e nonostante le perplessità degli analisti. Molto bene anche gli altri finanziari come Unicredit (+8,2%), Mediolanum (+5,8%), Intesa (+5,2%), Mps (+4,9%), Fonsai (+5%), Alleanza (+4%), Unipol (+3,6%) Ubi (+3%) e Bpm (+2,7%). Forti acquisti anche su Campari (+6,1%), Atlantia (+5,9%), Impregilo (+5,8%), Luxottica (+5,2%), Pirelli (+4,7%), Ansaldo (+4,7%) e Parmalat (+4,5%). Sul completo da segnalare il rally di Seat (+15,8%) in attesa dell'aumento di capitale e di Tiscali (+12,3%) in recupero dopo il crollo di ieri.
Le Borse estere. Le principali piazze finanziarie europee hanno chiuso la seduta in netto rialzo, in recupero dopo i forti ribassi di ieri. La migliore in Europa è Londra, con il Ftse che guadagna il 4,34%. Sale del 2,39% il Dax di Francoforte, mentre il Cac40 di Parigi avanza del 3,24%.