Piazza Affari chiude positiva, Ftse Mib +0,68%, balza Bpm

Chiusura positiva per la Borsa di Milano, tra le migliori in Europa sul finale: il Ftse Mib guadagna lo 0,68% a 20.533 punti e l'All Share lo 0,61% a 21.221 punti. Dopo avere esitato a lungo poco sopra la parità, Milano si è riportata nelle ultime battute sui livelli dell'avvio, per arrivare a chiudere poco sotto i massimi di giornata. Piazza Affari ha registrato a fine mattinata le preoccupazioni avanzate dalla Bce sui bilanci di alcuni Paesi del Vecchio continente, tornando poi a salire grazie ai dati migliori delle attese diffusi dagli Usa sull' occupazione. Milano ha registrato una performance migliore degli altri mercati europei grazie alla corsa avviata da titoli di peso come i finanziari. In crescita gli scambi, saliti oltre i 3 miliardi di controvalore. Bpm svetta sul paniere principale con un balzo del 6,76%, recuperando in parte il terreno perso nelle ultime settimane; bene nel complesso le banche, con Intesa Sanpaolo +2,32% e Unicredit +2,01%. In controtendenza nel comparto solo Banco Popolare che, dopo il +9% di ieri, cede lo 0,42%. Non si arresta invece la corsa di FonSai che, ieri in rialzo di oltre il 9%, registra un +5,53%; di nuovo in grande spolvero l'intera galassia Ligresti, con Premafin che si ferma a +13,99% (nel pomeriggio era stata sospesa per eccesso di rialzo) e Milano Assicurazioni (+4,62%). Tra gli assicurativi, sale Generali (+1,02%) e nel risparmio gestito Azimut (+3,89%). Tra i titoli migliori ci sono anche i cementi: Italcementi guadagna il 4,11% e Buzzi il 3,37%. In controtendenza il comparto industriale, a cominciare da Fiat che in mattinata è tornata a salire sopra i 15 euro per azione per poi cedere in chiusura l'1,09%; in rosso anche Pirelli (-2,98%) e Finmeccanica (-0,83%). In ordine sparso il comparto energetico, con Eni +0,43%, Enel +0,73% e Saipem -1,77%. Giù Telecom (-0,82%) e il lusso (Bulgari -1,8%, Luxottica -0,64%). Fuori dal paniere principale, in evidenza Risanamento (+9,63%) a lungo in asta di volatilità.
Le Borse estere. Le Borse europee chiudono miste: a Londra l'indice Ftse 100 guadagna lo 0,23%, a Parigi il Cac 40 avanza dello 0,68%. Giù invece Francoforte dove il Dax 30 arretra dello 0,17% .