Piazza Affari chiude positiva con Wall Street, Ftse Mib +0,93%

Avvio di settimana positivo per la Borsa di Milano, che chiude le contrattazioni con l'indice Ftse Mib in rialzo dello 0,93% a 21.258 punti e l'All Share che guadagna lo 0,84% a 21.835 punti. I conti trimestrali di Citigroup, risultati migliori delle aspettative, hanno sostenuto la seduta, poco mossa nella prima fase; sul fronte macro, se il dato sulla produzione industriale Usa a settembre è inferiore alle attese, l'indice Nahb sulla fiducia dei costruttori di case è tornato a salire per la prima volta dopo cinque mesi. Wall Street procede poco sopra la parità, mentre si attendono a fine giornata le trimestrali di Apple e Ibm. Scarso il volume degli scambi, sceso a 1,9 miliardi di controvalore. Sul listino milanese, in grande spolvero i titoli del comparto bancario, con le «big» Intesa Sanpaolo e Unicredit che guadagnano oltre due punti percentuali: la prima segna sul finale +2,38% e Unicredit, nel giorno della firma dell'accordo con i sindacati sugli esuberi, chiude a +2,42%. Bene anche Ubi Banca (+2,41%) e Mps (+1,55%). Tra gli assicurativi, scatto di Unipol (+2,68%), seguita a distanza da Fonsai (+1,03%) e Generali (+0,59%). Tra i titoli industriali, brilla Finmeccanica (+1,66%) grazie alle rassicurazioni sul trimestre del numero uno Pier Francesco Guarguaglini.Salgono Pirelli (+0,63%) e Prysmian (+1%); in controtendenza, invece, Fiat (-0,68%). Bene gli energetici: Enel segna +1,01% nel primo giorno di collocamento di Enel Green Power, Eni +0,43%, Saipem +0,03%. Segno positivo per Telecom Italia (+0,29%) e Stm (+0,62%); giù Lottomatica (-1,26%) e, nel lusso, Bulgari (-0,35%). Fuori dal Ftse Mib balza la Ss Lazio (+28% dopo una lunga sospensione) che si conferma in vetta alla classifica del campionato di calcio di serie A; il successo sul campo spinge anche la Juventus (+3,23%), poco mossa la As Roma (+1,74%).
Le Borse estere. Chiusura positiva per le Borse europee. A Londra il Ftse 100 avanza dello 0,69%, bene anche Parigi dove il Cac 40 sale dello 0,19% e Francoforte dove il Dax 30 guadagna lo 0,37%.