Piazza Affari chiude in rialzo su dimissioni Mubarak, Ftse Mib +0,44%

Chiusura di seduta in rialzo per la Borsa valori, che guadagna posizioni nel finale sulla notizia delle dimissioni di Mubarak, dopo che la situazione incerta in Egitto aveva condizionato l'intera giornata. Indice Ftse Mib a +0,44%, All Share a +0,38%. Per Piazza Affari una riunione convulsa e nervosa. I timori per gli sviluppi della vicenda egiziana hanno imposto il ribasso della mattinata, insieme ai dati deludenti sull'economia spagnola che ha chiuso il 2010 con un calo dello 0,1% del Pil. Nel pomeriggio la ripresa, grazie al dato favorevole dell'Università del Michigan sulla fiducia dei consumatori Usa, e lo scatto conclusivo sull'addio del rais, con l'indice che ha toccato fino a un massimo del +0,8%. Scambi stabili, a 3 miliardi di euro di controvalore. Le performance migliori del listino sono per i cementi, con Buzzi +3,24% e Italcementi che passa dal calo della mattinata frutto dell'incertezza egiziana al +4,41% finale. Alla vigilia dell'incontro di Marchionne con Berlusconi, Fiat termina con un +0,14%, Fiat Industrial sale dell'1,46%; Pirelli +1,66% dopo il successo dell'emissione di bond per 500 milioni di euro. Sale Indesit (+2,11%) che beneficia dei buoni conti 2010 con aumento degli utili e del dividendo. Nell'energia il rialzo del petrolio spinge soprattutto Saipem (+1,75%), ieri in calo dopo i dati 2010, con Tenaris che tiene il passo a +2,28%. Eni in parità, Enel Gp a +0,92%, su anche Snam e Terna. Misti i bancari, con Intesa +0,82%, Unicredit +0,70% e le popolari in ribasso (Banco Popolare -0,19%, Popolare Milano -0,49%). Giù gli assicurativi, con Fonsai -1,65%. Rcs sale dello 0,17% dopo l'approvazione dei dati preliminari. Tra i pochi ribassi St (-2,1%) che accusa la debolezza di Nokia dopo l'annuncio dell'alleanza con Microsoft.
Le Borse estere. Anche le altre Borse europee chiudono in rialzo dopo la notizia delle dimissioni di Mubarak. Il Dax di Francoforte guadagna lo 0,42%, il Cac40 di Parigi segna +0,15% e il Ftse100 di Londra avanza dello 0,71%.