Piazza Affari chiude in rialzo:Mibtel +1,46%, bene Fiat

Chiusura in rialzo per Piazza Affari protagonista, con le principali Borse europee e Wall Street, di un deciso recupero in scia al dato sulla fiducia dei consumatori Usa migliore delle attese(salito a quota 54,9 punti dai 39,2 di aprile Il Mibtel ha guadagnato l'1,46%, l'S&P/Mib l'1,65%, l'All Stars invece ha ceduto lo 0,13%.
Fra le blue chip balzo di Ubi (+7,3%), Atlantia (+4,6%), Bulgari (+3,5%) ed Eni (+3,3%). Denaro su Fiat (+2,5%) in attesa della decisione del governo tedesco su Opel dopo l'incontro fra l'ad Sergio Marchionne e il cancelliere Angela Merkel. Bene anche Exor (+5,5%): ieri il presidente onorario Gianluigi Gabetti ha dichiarato che nel caso in cui dovessero andare in porto le operazioni Chrysler e Opel la diluizione della holding della famiglia Agnelli «non è scontata». Denaro su Telecom (+2,2%), Geox (+2,1%) e Campari (+2,1%). Contrastati i finanziari, fra i più venduti nella prima parte della seduta: denaro su Mediolanum (+2,9%), Alleanza (+2,4%), Generali (+1,9%) e Unicredit (+1,6%); vendite invece su Mps (-2,2%), Fonsai (-2%), Unipol (-0,7%) e Bpm (-0,6%). Deboli gli editoriali con Mondadori (-0,8%) e sul completo Rcs (-3,4%), L'Espresso (-2,4%), Il Sole 24 Ore (-3%) e Monrif (-8,6%). In forte calo gli immobiliari Aedes (-8,5%), Pirelli Re (-5%), balzo di De' Longhi (+15,6%) e Acea (+7,2%) con il Comune di Roma che ha ricevuto la relazione dell'advisor Rothschild sull'operazione per l'eventuale creazione di una joint venture tra Acea e i soci francesi di Suez Gas de France. Male Saras (-2,5%) dopo l'incidente nella raffineria di Sarroch costato la vita a tre operai di una ditta esterna.
Le Borse estere. Dopo una mattinata di vendite, le Borse europee hanno chiuso la seduta in rialzo. A Francoforte il Dax ha guadagnato l'1,37%, a Parigi il Cac40 l'1,05%, a Londra il Ftse100 l'1,06%, a Madrid l'Ibex35 lo 0,62% e ad Amsterdam l'Aex ha guadagnato l'1,06%.