Piazza Affari chiude sopra i minimi, Ftse Mib -0,36%. Male i bancari

Chiusura di seduta in calo, ma ben sopra i minimi di giornata,che hanno toccato anche il -1,2%, per la Borsa valori, che recupera nel finale grazie alla tenuta di Wall Street. L'indice Ftse Mib cede lo 0,36%, All Share a -0,38%. Occhi puntati sulla riunione dell'Eurogruppo a Bruxelles e su possibili misure riguardanti il debito greco, a partire dalla richiesta di riforme più stringenti. La vicenda Strauss-Kahn, e l'incertezza che ne deriva, sembrano allontanare la soluzione. Tra i bancari, danneggiati dalla crisi del debito dei Paesi periferici europei, si salva solo Intesa (+0,49%). Male Unicredit (-1,50%), Ubi Banca cede l'1,82% dopo i dati trimestrali, giudicati deludenti dagli analisti, e il piano industriale. Bpm -1,89%, Banco Popolare -1,60%, Monte Paschi -2,28%. Tra gli altri finanziari, Unipol cede il 2,89%, sale Mediolanum (+0,77%).Qualche rialzo nel lusso, con Geox +1,69% e Tod's +1,80%. Prosegue il cammino di Campari con un +2,40%. Impregilo balza del 2,25% con il mercato che scommette su un riassetto azionario con l'uscita dei Ligresti. Bene anche Stm (+2,93%)e Tenaris a +1,65%. Nell'energia Eni -0,76%, Enel -0,59%. Fiat cede lo 0,49%. Male i titoli di Roma (-3,33%) e Lazio (-4,78%) per cui di fatto sfuma la qualificazione alla Champions League.
Le Borse estere. Le Borse europee chiudono negative ma riducono le perdite rispetto a metà seduta. Il Dax di Francoforte cede lo 0,21%, il Ftse100 di Londra perde lo 0,04% e il Cac40 di Parigi arretra dello 0,72% . Resta pesante Atene, in calo del 2,61%.