Piazza Affari chiude sotto i massimi di giornata, Ftse Mib +0,52%

Chiusura positiva ma sotto i massimi di giornata per la Borsa di Milano: il Ftse Mib guadagna lo 0,52% a 22.466 punti e l'All Share lo 0,62% a 23.076. Dopo l'avvio negativo, il mercato si era portato sulla parità per poi accelerare con Wall Street dopo dati macro positivi. Milano, insieme all'Europa, ha rallentato la corsa sul finale sull'onda dei timori per la crisi libica, nonostante le rassicurazioni arrivate dalla Fed. In lieve crescita gli scambi, saliti a 2,9 miliardi di controvalore. Prevalenza di segni negativi nel comparto bancario, che aveva azzerato le perdite a metà seduta, ma è penalizzato dall'invito al rafforzamento dei patrimoni in vista di Basilea 3 arrivato nel fine settimana dal governatore di Bankitalia Mario Draghi: in calo Mps (-1,68%) e Banco Popolare (-1,79%); giù Unicredit (-0,59%) che soffre anche le incertezze legate al possibile congelamento della quota in mano ai libici. Rialzo per Intesa Sanpaolo (+0,25%). Contrastati gli energetici, con Saipem in grande spolvero(+2,52%), seguita da Eni +0,63% ed Enel +0,65%, mentre chiude in calo Enel green power (-0,98%). Salgono A2a (+1,75%) e, fuori dal Ftse Mib, Edison (+3,84%) in attesa di novità sul riassetto dell'azionariato. Balzo per Telecom Italia (+2,91%), che prosegue il rialzo messo a segno venerdì dopo la pubblicazione di conti e aggiornamento del piano. Bene Stm (+1,36%) e Mediaset (+1,3%). In ordine sparso gli industriali, con Fiat Industrial che guadagna l'1,45% e Fiat spa in calo (-0,81%); sale Pirelli (+1,04%). Bene Parmalat (+1,19%), giù Diasorin (-0,7%). Fuori dal paniere principale salgono Saras (+3,27%) e Premafin (+2,43%); fiammata di Pininfarina (+11,85%), tra le sportive giù la Ss Lazio (-3%) dopo la sconfitta in campionato, mentre recupera dopo un avvio negativo la Juventus (+1,31%) nel giorno dei conti.
Le Borse estere. Chiusura positiva per le Borse europee, con l'eccezione di Londra che scende dello 0,12%. A Francoforte il Dax avanza dell'1,21% e a Parigi il Cac 40 guadagna lo 0,98%.