A Piazza Affari l’Orso non è in letargo

Un forte aumento della volatilità e una accelerazione al ribasso sono stati i leit-motiv andati in onda questa settimana, con una chiusura per l’S&P/Mib future a quota 39800. Questa è stata la risposta dell’Orso alle tre settimane precedenti di calma relativa trascorse nel range 41700-43200. Complice l’indice di fiducia degli investitori istituzionali sceso a 87 punti, il derivato ha preso la strada del ribasso sino al target 39500. Il forte volume degli scambi e la formazione di un doppio minimo in questa area elevano la probabilità statistica di una reazione tecnica che potrebbe raggiungere area 41000, senza intaccare il trend. Per il momento una inversione di tendenza è legata al recupero di quota 42000. In Europa non sono mancati i dati positivi, infatti gli ordini all’industria hanno sorpreso gli analisti con un incremento del 1,7% su base mensile. In Italia il rapporto Abi-Afo vede una crescita del Pil dell’1,9% per il 2007 stimando che l’economia continuerà a crescere a un buon ritmo nel prossimo triennio. In Usa il Pil del secondo trimestre si è attestato in progresso del 3,4 per cento.