Piazza Affari maglia rosa con banche, Ftse Mib +1,29%. Corre Eni

Chiude in forte rialzo la Borsa di Milano, maglia rosa tra le piazze europee grazie al balzo di titoli di peso come le banche ed Eni. Il Ftse Mib guadagna l'1,29% a 15.529 punti e l'All Share l'1,13% a 16.252. Stabile a 2,3 miliardi di controvalore il volume degli scambi. Milano ha allungato il passo grazie ai dati migliori delle attese sull'occupazione negli Usa, mentre gli istituti di credito continuano a beneficiare dell'ottimismo dopo l'annuncio di nuove iniezioni di liquidità da parte della Bce. Tra le banche svettano le «big» Unicredit (+4,18%) e Intesa Sanpaolo (+3,23%); in forte rialzo anche Bpm (+4,3%) in attesa che scada domani il termine per la presentazione delle liste per il consiglio di sorveglianza. Scendono, in controtendenza, le altre popolari: Bper cede il 3,87%, Ubi Banca l'1% e Banco Popolare l'1,78%. Giù anche Mps (-2%). In rosso gli assicurativi: Fonsai (-4,38%) paga l'annuncio, dato ieri a mercato chiuso, che non raggiungerà i target che si era fissata per il 2011, mentre Generali lima lo 0,24%. Tra gli energetici corre Eni (+3,49%)che ha annunciato il successo del bond offerto ai risparmiatori, seguita da Saipem (+2,77%) ed Enel (+1,74%); giù, invece, Tenaris (-3,44%). Contrastati gli industriali, con Fiat in rialzo dell'1,67% e Pirelli dell'1,99% mentre Fiat Industrial cede l'1,73% e Prysmian l'1,64%. Bene Telecom (+0,7%), Mediaset segna -0,4% e Stm lima lo 0,1%; nel lusso Luxottica cede l0 0,2% e Tod's sale dello 0,46%. In ribasso Diasorin (-1,96%), su Parmalat (+0,32%) e Autogrill (+0,51%).
Le Borse estere. Le Borse europee chiudono in rialzo. A Londra l'indice Ftse 100 guadagna lo 0,23%, a Parigi il Cac 40 sale dello 0,66% mentre a Francoforte il Dax 30 avanza dello 0,54%.