Piazza Affari maglia rosa, Ftse Mib +0,23% Scivola Bpm

Chiude la settimana con una seduta all'insegna della cautela la Borsa di Milano: il Ftse Mib sale dello 0,23% a 15.232 punti e l'All Share segna +0,14% a 16.004. Milano, che ha rallentato sul finale in scia al ritorno sopra i 470 punti dello spread Btp-Bund, è stata una delle piazze migliori in un'Europa contrastata, mentre restano i timori sulla crisi del debito. Sottile il volume degli scambi, sceso a 1,6 miliardi di controvalore. Sul listino chiusure in ordine sparso per i titoli del comparto bancario: crolla Bpm nel giorno della chiusura dell'aumento di capitale (-6,95%). In rosso anche Mediobanca(-3,63%),e Mps (-0,07%) mentre salgono con decisione Intesa Sanpaolo (+2,44%), Unicredit (+1,14%) e Ubi Banca (+3,72%). Tra gli assicurativi, Generali guadagna lo 0,33% e Fonsai lima lo 0,17%.
In campo energetico, salgono Eni (+0,7%) ed Enel (+0,25%) mentre Saipem chiude a -0,41% e Tenaris a -1,16%. Flessioni nel settore industriale: Fiat chiude in calo del 3,16% e Fiat Industrial dello 0,24%, Pirelli cede l'1,47% e Finmeccanica il 2,78%. In rosso Telecom (-1,62%) e Stm (-0,79%); bene Mediaset (+1,47%) e Campari (+3,24%), scende Parmalat (-1,75%). Nel lusso, Luxottica perde il 2,66% mentre Tod's guadagna lo 0,49%. Fuori dal Ftse Mib corre Safilo (+6,45%) dopo L'annuncio dell'acquisizione di Polaroid Eyewear.
Le Borse estere. Chiusura in calo per le principali Borse europee. L'indice Ftse 100 di Londra ha terminato le contrattazioni a -1,11% , il Dax di Francoforte ha perso lo 0,85% e il Cac 40 di Parigi lo 0,44% . (11 NNN