Piazza Affari quotata entro l’estate

La quotazione di Borsa Italiana è prevista entro l’estate. La tempistica, secondo quanto illustrato dai vertici ai consiglieri, è ritenuta ideale per massimizzare le condizioni del contesto di mercato, giudicate favorevoli al punto da poter procedere con un collocamento consistente, suggerito dall’advisor Ubs nella misura del 40% del capitale. L’offerta è prevista parzialmente attraverso l’emissione di nuove azioni e in parte tramite Opv da parte degli azionisti esistenti. L’amministratore delegato, Massimo Capuano, ha detto di auspicare che il collocamento avvenga comunque «entro l’anno». Secondo quanto illustrato dai vertici l’Ipo di Piazza Affari - il cui capitale è detenuto per il 90% dalle principali banche italiane, con Mps, Unicredit e SanPaoloImi - punta a favorire la crescita della società e a massimizzare il valore per gli azionisti in considerazione del consolidamento del settore.