Piazza Affari rimbalza con banche, Ftse Mib +1,39%. Bene Intesa e Fiat

Seduta tutta di slancio per la Borsa di Milano che, reduce da due forti cali, rimbalza sostenuta dal netto recupero dei titoli finanziari: il Ftse Mib chiude poco sotto i massimi, +1,39% a 19.735 punti, e l'All Share segna +1,33% a 20.273, tra i migliori in Europa. Il mercato, positivo dall'avvio, ha accelerato nel pomeriggio traendo spunto dal dato, migliore delle attese, sull'occupazione negli Usa, con il conseguente rialzo di Wall Street. In leggero calo gli scambi, scesi a 2,2 miliardi di controvalore. Brillanti le banche; Intesa Sanpaolo guida i rialzi sul paniere principale, archiviando un +4,07% a 2,30 euro per azione tra scambi elevati (106 milioni i pezzi passati di mano a fronte di una media giornaliera di 82 milioni nell'ultimo mese). Domani è attesa la semestrale, insieme a quelle di Ubi banca (+1,77%) e Banco Popolare (+1,21%). Tra gli industriali spicca il rialzo di Fiat (+1,93%) dopo la probabile revisione dei target 2010 annunciata dall'ad Sergio Marchionne; nel settore, bene anche Pirelli (+1,46%) e Finmeccanica (+0,96%). Buon rialzo anche per gli energetici, con il petrolio sopra i 73 dollari al barile: guidano il settore Eni (+1,43%) e Saipem (+2,83%), bene anche Enel (+0,34%) e Tenaris (+1,68%). In controtendenza Italcementi (-0,18%) e Buzzi (-0,28%), che continuano la serie negativa; in calo anche i difensivi come Snam rete gas (-1,02%) e Terna (-0,32%), ieri in positivo. Rialzi per telecomunicazioni (Telecom +1,18% e, fuori dal Ftse Mib, Fastweb +5,02%), assicurativi e risparmio gestito (Generali +0,56%, Fonsai +1,91%, Azimut +2,49%). Sul listino completo, prese di beneficio su Camfin (-3,03%) e Stefanel (-7,22%), protagoniste di alcuni dei più evidenti rally estivi; prosegue invece la corsa per Olidata, che balza del 19,51% e sfiora quota 1 euro (chiude a 0,98 euro), mai raggiunta da febbraio 2008.
Le Borse estere. Chiusura in rialzo per tutte le Borse europee. A Londra l'indice Ftse 100 guadagna lo 0,91%, a Francoforte il Dax sale dello 0,22% mentre a Parigi il Cac 40 avanza dello 0,72% .