Piazza Affari riprende fiato

Brillano le utility e Mediaset

Piazza Affari archivia la seduta in lieve progresso, prendendo fiato insieme alle altre Borse europee dopo le ingenti perdite della vigilia. L’indice S&P/Mib guadagna lo 0,54% a 33.856 punti, il Mibtel lo 0,53%. Si mettono nuovamente in luce le utility, con A2A, Iride e Enel che mettono a segno rialzi tra l’1,5% e il 2,5%. In forte denaro anche Mediaset (più 2,5%) aiutata dalle ricoperture dopo le forti perdite di martedì. Nonostante il continuo movimento di correzione delle auto in Europa, Fiat conferma il recupero accennato nella prima parte di seduta. Il titolo chiude in progresso dell’1,3% con volumi superiori di una volta e mezzo rispetto alla media su trenta giorni.
Ma tutta Europa ha tirato un sospiro di sollievo grazie all’apertura in rialzo di Wall Street e alle voci di nuove acquisizioni nel Vecchio Continente. Il Dj Stoxx 600, indice che fotografa l’andamento dei mercati di Eurolandia, è cresciuto dello 0,5 per cento: Francoforte ha fatto di meglio con l’1,22%, più indietro invece Londra (più 0,13%).
A trainare sulla Borsa di Francoforte le azioni Deutsche Postbank sono state le indiscrezioni del Financial Times tedesco che ha indicato la capogruppo Deutsche Post pronta a ricevere manifestazioni d’interesse per la cessione di questo asset. Nessun commento è arrivato dal quartier generale del gruppo. Bene infine Madrid, che ha chiuso in rialzo dell’1,74%, con Iberdrola che ha guadagnato il 3,6% dopo che il maggior azionista, Acs, ha confermato di aver avuto contatti con la transalpina Edf per conoscere l’interesse del gruppo francese nel mercato delle utility iberiche.