Piazza Affari, settimana contrastata

Settimana contrastata per il listino italiano, anche se l’apprezzamento dell’euro sul dollaro sta consentendo ai mercati europei di continuare il loro movimento rialzista. Il future raggiunge un nuovo massimo a 41130 e supera il target di 41000 indicato la scorsa settimana. Tuttavia, nell’ultima seduta di venerdì si è sviluppato un movimento correttivo, quanto mai salutare, dovuto all’esigenza di eliminare il livello di ipercomprato presente sul mercato. Solo eventuali ritracciamenti al di sotto di quota 39600, poco probabili, metterebbero in discussione lo scenario rialzista. Interessante, per prevenire eventuali avvenimenti imponderabili, è la giornata odierna. Infatti, Monte Titoli Spa ha impegnato tutti gli operatori finanziari italiani nella simulazione del Disaster Recovery. Continua sempre la spettacolare euforia sul «risiko» delle Borse europee, con scambi e prezzi molto elevati per quasi tutte le azioni delle Società delle Borse Mercato. L’auspicio è che questa febbre di mergers & acquisitions si propaghi anche nel settore aereo coinvolgendo Alitalia, interessata a trovare delle vere economie di scala con un altro vettore, senza ridimensionarla a linea regionale. Da Oltreoceano il fondo Blackstone è interessato a Enel, Tim e Telecom.