An in piazza contro il terrorismo

Distribuiti 8mila panini. All’incontro presenti anche ebrei e musulmani

Ottomila panini. Quattro quintali di pane. Distribuiti tra piazza Oberdan e corso Buenos Aires, «per la pace e contro il terrorismo». Ecco l’impegno contro il terrorismo di Alleanza nazionale, in collaborazione con l’associazione panificatori, in occasione della manifestazione voluta dalla nuova coordinatrice regionale Cristiana Muscardini.
Ieri mattina, aprendo la giornata dedicata all’iniziativa, la coordinatrice regionale di An aveva assegnato una «michetta d’argento» al rabbino capo della comunità ebraica milanese, Alfonso Arbib, all’arcivescovo Dionigi Tettamanzi, al vice presidente del Coreis (Comunità religiosa islamica), Yahya Sergio Yahe Pallavicini (presente di persona), e ai rappresentanti di Stati Uniti, Gran Bretagna, Egitto e Spagna, i Paesi colpiti negli ultimi anni da attentati terroristici. Pallavicini, presente ieri pomeriggio ai caselli di Porta Venezia, ha detto: «Siamo impegnati a dare rappresentanza a quella parte autenticamente religiosa dell’Islam che si separa nettamente dal terrorismo». Il vicepresidente del Coreis ha anche annunciato di essere stato invitato domenica dalla comunità ebraica all’insediamento ufficiale del rabbino capo Arbib.
Durante il suo intervento Muscardini ha auspicato «che tutti lavorino insieme per un partito che sappia raggiungere e ascoltare la gente e solo dopo si dedichi a mediare tra gli interessi della politica». Lo stesso augurio espresso dal senatore di An Franco Servello che ha donato ad Antonio Marinoni un ricordo della giornata. Una medaglia di bronzo che rappresenta proprio un panificatore, esemplare unico, creata intorno al 1920 dai fratelli incisori svizzeri Hugueim. Presente anche Roberto Predolin, assessore al Commercio del Comune, che ha sottolineato «l’indole pacifica e aperta al dialogo di Alleanza nazionale».