Piazza della Repubblica Tunisino ucciso a coltellate

Quando l’hanno trovato era ancora vivo. Ma, ormai, era troppo tardi. Stava agonizzando, lì, fra l’asfalto e l’erba di piazza della Repubblica. L’hanno caricato su un’ambulanza e trasportato d’urgenza al Fatebenfratelli dove però è arrivato solo un cadavere. Niente da fare, il coltello gli aveva spaccato il cuore. È successo ieri sera a Milano, in pieno centro, anche se non se n’è accorto nessuno, a pochi passi dai grandi alberghi. La vittima è un tunisino e i carabinieri stano indagando per capire come sia avvenuta l’aggressione e per ricostruire il passato dell’uomo.
L’extracomunitario è stato notato da una pattuglia mista di militari e carabinieri in perlustrazione, col compito di tutelare l’ordine pubblico. Era riverso per terra, all’altezza della fermata del tram 33, a pochi passi dall’ingresso sfavillante dell’hotel Principe di Savoia. Alle 21.17 una telefonata è arrivata alla centrale del 118: dopo una manciata di minuti un medico ha soccorso l’uomo, già in arresto cardiaco. Insomma, c’era ormai poco da fare, ma l’africano è stato caricato sull’ambulanza e trasferito in ospedale. Dove è giunto morto.