Piazza di Siena Super premi per i cavalieri

Per il terzo anno consecutivo Piazza di Siena non avrà il suo tradizionale campo in erba, sostituito da un più tecnologico, ma certo meno affascinante, fondo sabbioso. Il drenaggio in caso di pioggia è migliore, anche le pendenze quest’anno sono state migliorate, e i cavalli sono più tutelati. Il colpo d’occhio, però, osservando dall’alto l’ovale nel verde di villa Borghese che in quest’edizione, dopo qualche stagione di «pensionamento», ospiterà il parco ostacoli storico, quello che ricorda i monumenti romani, è sempre magnifico.
La novità del 77° Concorso Ippico Internazionale Ufficiale di Piazza di Siena, che si terrà dal 28 al 31 maggio, è il campo prova coperto con una struttura temporanea, come aveva chiesto la Federazione internazionale. Oltre a un monte premi speciale, per un totale di 200mila euro, messo in palio da uno sponsor, per i cavalieri che saranno protagonisti delle migliori performance nelle tre gare più importanti, la Coppa delle Nazioni, venerdì 29, la potenza, sabato 30, e il Gran Premio Roma, domenica 31. Anche la cittadella delle scuderie, che come sempre sorgerà nel Galoppatoio, sarà più moderna. I 450 box prefabbricati saranno dotati, come si conviene a cavalli di un certo prestigio, di abbeveratoi elettrici, una comodità, per chi gestisce gli animali prima e dopo la gara, che in passato in questo Csio mancava. Al concorso, presentato ieri nel salone d’onore del Coni, prenderanno parte oltre 60 cavalieri provenienti da 15 paesi. Gli italiani in gara saranno 19. Ma il capo equipe Uberto Lupinetti ancora non ha reso noto la rosa dei quattro cavalieri che, secondo le condizioni dei cavalli, prenderanno parte alla Coppa delle Nazioni. Si sa soltanto che verranno scelti tra questi otto: Piergiorgio Bucci, Natale Chiaudani, Juan Carlos Garcia, Gianni Govoni, Jonella Ligresti, Giovanni Lucchetti, Giulia Martinengo Marquet e Giuseppe Rolli. Numerosi i big internazionali che scenderanno nell’ovale di piazza di Siena. Ci sarà il brasiliano Rodrigo Pessoa, i britannici John Whitaker, Nick Skelton e Michale Whitaker, la statunitense Laura Kraut e il belga Dirk Demeersman. Anche quest’anno Piazza di Siena è stato confermato tra gli otto più prestigiosi concorsi ippici internazionali e la squadra azzurra tornerà a far parte della «serie A» dell’equitazione mondiale dopo quattro anni di assenza. «L’obiettivo principale - ha detto il presidente della Fise Andrea Paulgross - è riportare lo sport equestre ai massimi livelli».