Piazza Venezia, da oggi al via i lavori di restyling

Cominceranno oggi i lavori di restyling di piazza Venezia. A settembre sarà poi la volta di via dei Fori Imperiali e di via Quattro Novembre. Nella storica piazza i sampietrini saranno prima asportati (per realizzare la bonifica della soletta) e poi ricollocati. I lavori, che proseguiranno per tutto il mese di agosto, interesseranno il semiciclo che dall’Ara Coeli prosegue lungo tutto l’Altare della Patria e arriva fino al semaforo su via dei Fori Imperiali, e tutti i tratti dissestati della Piazza. «Per ragioni di viabilità - ha spiegato l’assessore comunale ai Lavori pubblici, Giancarlo D’Alessandro - verranno lavorati tratti di 40,50 metri lineari per volta».
La lista delle opere di riqualificazione prosegue poi con i lavori a Via San Marco per il rifacimento totale della Galleria dei Pubblici Servizi, resa pericolosa dal recente incendio. Domani sera, in notturna, sarà la volta del Muro Torto (direzione a salire): per non creare troppi disagi alla circolazione la ristrutturazione della pavimentazione stradale sarà effettuata tra le 22 e le 6 del 9 agosto. La chiusura del tratto interesserà esclusivamente le ore notturne. Giovedì sera invece la stessa operazione verrà effettuata sul lato opposto del Muro Torto (direzione a scendere). Anche in questo caso i lavori cominceranno alle 22 e termineranno alle 6 della mattina seguente. Sempre il 9 agosto - secondo la determinazione di traffico già firmata ma suscettibile di piccoli slittamenti - sarà avviato il restyling di via Amba Aradam (che collega San Giovanni con la Colombo e Caracalla), via Sebastiano de Grandis nel I Municipio e di via Borghesiana in VIII municipio. Dal 20 agosto in poi infine saranno aperti altri cantieri tra cui quelli di via Claudia, via Conte Verde, via Eleniana, via Monte Oppio, via XXIV Maggio e via Firenze in I municipio.
«Gli interventi - conclude D’Alessandro - saranno indispensabili a eliminare il degrado (ragnatele, deformazioni e fessurazioni), ripristinare la pavimentazione stradale, restaurare tratti di cigli dissestati, posare in quota o sostituire chiusini e griglie. È prevista la pulizia delle caditoie e riparazioni e, dove necessario, dei tratti di collegamento tra caditoie e fognatura principale, oltre alla verifica della funzionalità della rete fognaria secondaria per la raccolta delle acque piovane e la reintegrazione della segnaletica orizzontale».