Piazza della Vittoria cambia viabilità invertendo i sensi

La proposta approvata dal Consiglio di circoscrizione

Francesco Canepa

Il Consiglio di Circoscrizione Medio-Levante vuole rivoluzionare la viabilità di piazza della Vittoria, invertendo i sensi di marcia e ridisegnando la mappa dei posteggi in superficie.
La proposta, contenuta nella delibera approvata il 23 febbraio scorso, stigmatizza le difficoltà del traffico sulla piazza; in particolare si segnalano i problemi in entrata ed in uscita sulle vie Cadorna e Diaz e gli ingorghi creati dai veicoli in doppia fila. Il Consiglio chiede quindi che i sensi di marcia vengano invertiti per renderli più funzionali al piano-Winkler. Si punta il dito, poi, sull’inquinamento atmosferico ed acustico causato dal congestionamento del traffico, suggerendo di abolire una fila dei parcheggi a pagamento sul lato Ponente, in modo da creare una corsia di scorrimento.
Nel documento si chiede che l’area del capolinea degli autobus sia ridotta per favorire il flusso veicolare e si fa notare la presenza irregolare di pullman fermi per manutenzione e lavaggio, che scaricano sul suolo della piazza olio e acque sporche. Si osserva, per di più, che i gas di scarico emanati dai pullman fermi a «scaldare il motore» ristagnano sotto i portici e penetrano nel primo piano degli edifici. Si fa richiesta, inoltre, di nuovi posteggi per moto e veicoli merci, nonché di una quota riservata ai residenti
Per quanto riguarda i portici, dal «parlamentino» lamentano una manutenzione carente dell’arredo urbano e dell’illuminazione, e soprattutto la presenza di gruppi di skaters che ostacolano il passaggio e danneggiano la pavimentazione. Sempre per favorire il passaggio pedonale, si vorrebbe limitare lo spazio concesso ai tavolini di bar e ristoranti, osteggiando a maggior ragione la presenza di «circhi e manifestazioni canore» che disturbino la quiete.
Nel segno di un maggior decoro, il Consiglio chiede anche un rafforzamento del servizio di controllo, denunciando, in particolare, il degrado in cui versa il Monumento ai Caduti, così trascurato da essere ormai divenuto bivacco di sbandati e rifugio di coppiette. A questo proposito si prende anche in considerazione la possibilità di installare delle cancellate a difesa del monumento. Nella proposta sono inoltre contenute critiche allo stato delle aiuole e siepi della piazza, che sembrano non aver attechito ed essere poco curate.
La proposta della Commissione per gli Interventi Manutentivi è stata votata all’unanimità dal Consiglio di Circoscrizione ed è ora al vaglio degli assessori comunali alla Mobilità Urbana, alla Vivibilità cittadina e allo Sviluppo Economico.