Piazzale Lugano Via ai lavori all’ex palazzo delle Poste

Sono stati avviati i lavori di chiusura dei varchi d’accesso all’ex Palazzo delle Poste di piazzale Lugano. L’enorme edificio ai piedi del cavalcavia Bacula da anni è abbandonato al degrado, con un continuo viavai di abusivi, nomadi e clochard, e un traffico incessante di materiali e impianti rubati per poi essere rivenduti. «Sull’edificio di piazzale Lugano - spiega il vicesindaco Riccardo De Corato - avevo scritto più volte a Poste italiane, sollecitando la messa in sicurezza. Ma ci sono edifici di proprietà di altri enti pubblici o di privati che sono oggetto di continue occupazioni. È il caso, per esempio, dell’ex scalo di Porta Romana, degli edifici di via Molinetto di Lorenteggio e via De Marchi-Breda, tutti di proprietà delle Ferrovie dello Stato. Proprio a causa di questa situazione ho sollecitato l’intervento scrivendo all’amministratore delegato Mauro Moretti e al direttore compartimentale Domenico Colombo».
«Sulla recinzione delle aree dismesse come per gli abusi edilizi e i campi nomadi regolari - conclude De Corato - presenteremo alcuni progetti grazie ai 10 milioni di euro stanziati dal ministero».