Picchia e violenta l’ex fidanzata: marocchino in cella

Picchiata e violentata ripetutamente dall'ex fidanzato nordafricano che non accettava la separazione. Una vicenda conclusa con l’arresto del maghrebino.
In manette è finito un elettricista marocchino di 33 anni con precedenti per droga e rapina. L’uomo aveva conosciuto qualche anno fa la ragazza, ora 26enne, e nei mesi scorsi si erano messi insieme. Ben presto l’atteggiamento del nordafricano, abituato a mantenere una posizione di assoluto predominio, ha creato delle frizioni e la giovane, quattro mesi fa, ha deciso di lasciarlo.
Il maghrebino però non ha accettato l'abbandono, e più volte si è presentato a casa dell’ex fidanzata, minacciandola. Lei avrebbe cercato di respingerlo e sarebbe stata picchiata e violentata più volte. Domenica dopo l’ennesima violenza, la donna ha chiamato i carabinieri. Ieri in udienza, l’arrestato ha respinto ogni addebito, ma il gip ha ugualmente convalidato il fermo.