Piccola guida per sopravvivere alla televisione di Natale

Sì, certo, abbuffattevi pure con i soliti film dedicati alle famiglie, con L’era glaciale, La bella addormentata, Pinocchio, con Aldo, Giovanni e Giacomo. E appassionatevi persino allo Zecchino show (su DeaKids stasera) e agli sceneggiati su Maria e Gesù. Galvanizzatevi pure per le rullanti note dei concerti di Capodanno e tirate a sorte tra Mara Venier su Raiuno e Barbara D’Urso su Canale 5 per partecipare al chiassoso conteggio del brindisi dell’ultimo dell’anno. Certo, certo... però se dovete affrontare questi giorni di festa dipendendo dalla televisione (e purtroppo per voi non ve li passate in montagna a sciare o in qualche isola al caldo), qui e là scanalando tra i mille canali del digitale e del satellite, si può trovare qualcosa di diverso, di particolare, di originale, di simpatico. Prendiamo, per esempio, il veglione di San Silvestro: in molti sceglieranno, appunto, tra Mara e Barbara o si sorbiranno la ventesima replica di Harry Potter, ma qualcuno (magari senza figli) si potrà invece lustrare gli occhi con Dita Von Teese e il suo «burlesque»: che non è niente di pornografico, ma uno spettacolo ripreso al Crazy Horse, con costumi preziosi ed eleganti, ritmo sensuale, grazia e bellezza. Per gli appassionati appuntamento alle 23,20 su SkyUno del 31 dicembre. E, sempre per chi apprezza follie e fanciulle avvenenti, il canale Comedy Central dedica tutta la notte dell’ultimo (a partire da mezzanotte e fino all’alba!) una carrellata delle gag più divertenti di Benny Hill affiancato dai suoi stralunati compagni.
Poi, in ordine sparso, perché si naviga tra un migliaio di canali. Mtv propone show davvero originali: «The 100 most shocking music moments», cioè una classifica degli episodi più scioccanti accaduti nel mondo della musica. Come Beyoncè mentre cade, la lite dei Poison ai Video Music Awards, l’esplosione del pene di Chuck Negron, il matrimonio tra Bill Wyman e una teenager o il lancio di testa di pecora dei Mayhem che ferisce un fan. Insomma, da non perdere: ogni giorno alle 15 fino al 31 e in più una maratona di 5 ore il primo gennaio a partire dalle 17 e il 2 gennaio a partire dalle 10.
Per farsi delle belle risate (in attesa di gustarselo al cinema il 5 gennaio nell’ultimo film Che bella giornata), bisogna andare a lezione dal travolgente Checco Zalone: è la registrazione di un’intervista fatta al comico allo Iulm di Milano davanti agli studenti (giovedì 30 dicembre alle 20 su Sky Cinema 1). Lo stesso canale che il primo gennaio propone in HD o addirittura in 3D (sul numero 316) Alice in Wonderland, l’incantato e incredibile mondo di Tim Burton con Johnny Depp nel ruolo del cappellaio matto.
Ma anche i bambini possono trovare qualcosa di diverso dai soliti cartoni animati rivolgendosi al grandissimo maestro dell’animazione giapponese: Miyazaki che il 5 gennaio compie 70 anni e a cui Sky Cinema family rende omaggio con i gioiellini Il mio vicino Totoro e Ponyo sulla scogliera.
Invece, chi ha voglia di mangiarsi le mani perché gli è saltato all’ultimo il viaggio dell’anno negli Usa, a Santo Stefano si sintonizzi su Iris, la rete free di Mediaset, che dà il via alla maratona radical chic I love New York: insomma una serie di film dedicati alla Grande Mela a partire dal maestro Woody Allen con Anything Else e le sue lunghe passeggiate a Central park e continuando con Studio 54 di Mark Christopher e I tre giorni del Condor, il capolavoro di Sidney Pollack ambientato nella metropoli livida e fredda.
Ma c’è anche chi ha voglia di mondi selvaggi: per assaporare anche se da lontano paesaggi mozzafiato, da oggi si può viaggiare con La7 e Vincenzo Venuto nella sua Missione Natura che, in nove appuntamenti, va alla scoperta della Norvegia. E, così per rientrare in clima natalizio, si seguirà il lungo percorso dell’animale simbolo: la renna. Certo, gli spettatori che amano i documentari di qualsiasi tipo (viaggi, storia, cucina, scienza, geografia) non hanno che da sbizzarrirsi andando a pescare tutto ciò che vogliono sui canali tematici di Sky e della Rai. In particolare, da tenere sempre d’occhio la programmazione di Rai4 che propone le serie straniere più belle degli ultimi anni andate a ripescare in giro per il mondo dal vulcanico direttore Carlo Freccero e anche quella della nuova Rai 5: una scelta degli spettacoli di musica classica, di danza, di leggera e rock (come il concerto di Liza Minnelli il 26 sera) raccontati con un linguaggio pop che non fa addormentare. E, ovviamente, per gli amanti del cinema, non c’è che da rivolgersi ai molti canali di Mediaset Premium e in particolare al suo «on demand». Infine per i super patriottici, ci si può sentire vicini ai nostri soldati impegnati in Afghanistan collegandosi con Sky Uno sia oggi sia domani.