Piccola pinacoteca nei negozi del rione

Un tempo a Monti si veniva soprattutto per mangiare nelle tipiche trattorie, ma in questi ultimi anni si viene anche per scoprire le novità in campo artistico. L’area che gravita intorno alla piazza della Madonna dei Monti ospita fino al 23 giugno una mostra dislocata in più sedi. L’originalità della manifestazione consiste nel portare l’arte nei luoghi della vita quotidiana. «Contemporaneamonti», ideata da Giovanna Dughera e Filippo Leserri, ha in effetti lo scopo di dare visibilità all’arte fuori dai luoghi tradizionalmente ad essa dedicati, con l'opportunità per giovani artisti emergenti di farsi conoscere anche dal grande pubblico. Le attività commerciali che aprono i loro spazi sono 18, creando un itinerario suggestivo lungo le strade dell’antica Suburra: un tracciato a tappe tra espressioni artistiche innovative e shopping ricercato. Carlo Alberto Torlai espone nell’outlet di abbigliamento di via dei Serpenti 161 le sue opere di grafica e i suoi modellini architettonici, mentre la vicina sede di piazza Madonna dei Monti 1 vede i quadri in bianco e nero di Daniele Valenti. Tania Conti ha scelto il negozio di arredamento antiquario di via degli Zingari 58 per le sue creazioni (sedie, lampade, dipinti). Sei pittrici espongono nella collettiva Il cantico dei sensi, in piazza degli Zingari 1, mentre al n. 11 della stessa piazza troviamo i collage di Fabrizio Bocca. Originali sono le opere su lastre d’acciaio di Fabiano Parisi (da Super, in via Leonina 42), a metà tra fotografia e pittura. Straordinarie sono anche le fotografie di Tommaso Galli (in via Urbana 25), scattate nel Ladakh, che testimoniano il contrasto tra le tradizioni millenarie di un Paese buddhista e l’Occidente. Nella sua complessità, questo progetto costituisce un’altra dimostrazione della vitalità del rione Monti, che si mette in evidenza come spazio dove la cultura e la nuova imprenditoria, fatta di piccole attività commerciali e artigianali, si differenziano e si confrontano nell’obiettivo comune dell’innovazione e della qualità della vita.