Una piccola storia di onestà

Ci sono piccole storie personali che a volte si ha piacere a raccontare, perché è difficile trovare buone notizie su queste pagine. E invece noi stavolta vogliamo raccontare di Elio C., che ha ritrovato un portafogli smarrito da un nostro giornalista che attraversava il centro di Roma in ciclomotore. L’uomo, nemmeno sfiorato dall’idea di impossessarsi dei contanti (circa 300 euro), ha trovato all’interno il numero di cellulare del collega distratto e lo ha contattato per la restituzione. Una piccola storia di ordinaria correttezza, conclusa con la richiesta da parte dell’uomo di non vedere pubblicato il proprio cognome. Perché l’onestà, quella vera, è anche pudica.

Annunci

Altri articoli