Piccole imprese in crescita

Michele Perla

Innovazione tecnologica, più ricerca, infrastrutture e accesso al credito, sono priorità per il rilancio del sistema industriale milanese. Lo ha sottolineato ieri mattina il presidente Paolo Galassi che, nel corso dell’assemblea generale di Apimilano, tenutasi nel nuovo Polo fieristico di Rho, ha presentato i dati congiunturali del terzo trimestre 2005. «Che – ha sottolineato -, presentano per le piccole e medie imprese, un miglioramento di tutti gli indicatori economici in un periodo ancora caratterizzato da un’evidente stagnazione». Dall’indagine realizzata dall’ufficio studi Apimilano la domanda cresce di un +2,51% rispetto ad uno sfavorevole -9,8% del trimestre precedente; la produzione, +2,54%, si riflette anche nel fatturato totale, +2,54%, che mostra una decisa ripresa soprattutto nella componente europea, +2,54%. Continua la tendenza favorevole dell’occupazione: dal +0,7% al +0,89% del terzo trimestre 2005. Nell’immediato le previsioni degli imprenditori sono positive visto che produzione, domanda e il fatturato dovrebbero mantenersi in crescita tendenziale». Per la competitività, in un sondaggio effettuato in 118 aziende, sono cinque gli ambiti in cui occorre intervenire: produzione, commercializzazione, infrastrutture, finanza e fisco, formazione e ricerca. Il ministro della ricerca scientifica Letizia Moratti ha detto: « Non basta migliorare il prodotto per avere costi più bassi; occorre anche un’innovazione radicale basata sulla ricerca, in una visione concertata, fra pubblico e privato».