Piccoli campioni grande rivista

Francesco Guzzardi

Ha preso il via la stagione sportiva dei campionati minori della Liguria. Due settimane fa hanno iniziato i Juniores regionali della classe 1988/89 poi gli allievi, i giovanissimi e infine i primi calci, bimbi dai 6 anni in su. Un numero impressionante di atleti, circa 50.000, e altrettante persone al seguito, tra genitori, tifosi e addetti ai lavori, andranno a comporre l'esercito dei centomila innamorati della mitica sfera di cuoio. Appassionati sportivi, amanti di quel calcio ancora, e da sempre, vero.
Iscrivere un figlio ad una scuola calcio costa da 100 a 400 euro e per le scuole calcio più prestigiose ci vogliono altri 500 euro per i ritiri pre- campionato; per i più grandi la spesa è notevolmente inferiore ma il tempo sottratto alla scuola, anch'esso ha un costo. Come ogni anno le cronache, degne d'interesse per atleti, genitori e tecnici, saranno seguite da un tipo di stampa specializzata, quella che segue solo ed esclusivamente le gesta di quei piccoli campioni. Infatti, ogni martedì esce in edicola il «Minigoal», la prima rivista specializzata che vanta ben 50 tentativi d'imitazione tutti falliti (anche in Italia e all'estero), un piccolo miracolo editoriale che resiste da ben 28 anni, durante i quali ha contribuito, con entusiasmo e competenza, a portare alla ribalta il calcio giovanile della Liguria.
La longevità di «Minigoal» è la dimostrazione di come si possa parlare di calcio in modo intelligente portando in prima pagina i Pulcini, gli Esordienti e gli Allievi, figure di quell'immensa attività agonistica che coinvolge in ogni regione migliaia di ragazzi.
Fa un certo effetto vedere la copertina dedicata non a Totti o Del Piero, ma a tali Alfano o Percivale, Pulcini della N.S. Fruttuoso o del Ligorna.
L'affetto e la stima dei lettori hanno decretato il successo di quello che gli autori definiscono «un distillato di puro calcio». Un prodotto fatto alla luce del sole e privo di additivi, alla base della ricetta solo onestà e chiarezza. Il settimanale Minigoal non solo informa, ma promuove e divulga l'attività calcistica dei circa 50.000 giovani delle fasce comprese tra i 6 e i 30 anni, non tralasciando tutti gli addetti ai lavori (Federazioni, Società e Arbitri) valutabili in circa 5.000 persone e confermando così un indice di lettura pari a circa 55.000 contatti settimanali, distribuiti su tutto il territorio regionale.
Quanti campioni sono passati dalle pagine di Minigoal per approdare alle platee professionistiche! E non solo giocatori, ma pure molti giornalisti. Affermare che questo settimanale offre un servizio unico nel suo genere in Liguria per completezza dei temi trattati, ci pare quasi scontato e l'assegnazione di prestigiosi riconoscimenti come il «Premio Regionale Ligure» nel 1985, il premio «Nico Sapio» nel 1988, il terzo «Trofeo Delia Canale» nel 1999 e il premio «Giovanni Gambaro» nel 2004 ne sono la conferma.