Piccoli Fini crescono Tutti in Comune contro il consigliere Fli

Botte piena e moglie ubriaca. L’assessore comunale di Reggio Calabria di Futuro e libertà Paolo Gatto se ne sta comodo nella giunta di centrodestra ma contemporaneamente, ogni volta che può, picchia duro contro il governo e il Popolo della libertà. Lo ha fatto anche qualche giorno fa al congresso nazionale di Fli di Milano, con riferimenti per nulla velati al «bunga bunga» e attacchi diretti a deputati del Pdl calabresi. Nessuno aveva fatto caso al suo intervento, passato sotto silenzio, finché un simpatizzante di Fli non ha pensato bene di caricare il video su youtube. Risultato? Il coordinamento reggino del Pdl ha chiesto la sua testa e il sindaco Giuseppe Raffa lo ha invitato a lasciare la poltrona. E così, proprio come il suo leader, Gianfranco Fini, anche l’assessore Gatto è rimasto con un pugno di mosche in mano.