Piccolo, arriva il decreto di revoca Ma non sarà Mori il suo successore

«Abbiamo formulato il decreto di revoca della delega che presto gli sarà inviato dagli uffici». Così il sindaco Gianni Alemanno ha risposto ieri a Samuele Piccolo, ex delegato alla Sicurezza. «Mi auguro che ogni consigliere che è stato eletto nella lista del Pdl - prosegue Alemanno -sappia che ha un mandato popolare per fare un tipo di politica. Le questioni interne si possono risolvere e mi auguro le risolveremo anche con Piccolo. Ma il mandato è politico e mi auguro che tutti vi restino fedeli». Alemanno si riferisce alle frasi che sono costate la delega a Piccolo, quelle sui dubbi sulla gestione dell’Ama. Alemanno ha anche precisato che non sarà il generale Mario Mori a sostituire Piccolo «perché ha già un altro incarico e le due funzioni sarebbero incompatibili. Per ora terrò io la delega poi vedremo tra qualche giorno a chi assegnarla, non c’è fretta».
E Piccolo? Ormai dato da molti in procinto di lasciare il Pdl, e corteggiato dall’Udc e dall’Idv, il vicepresidente vicario del consiglio comunale e coordinatore del gruppo capitolino di Riferimento Popolare, chiarirà giovedì 11, nel corso di una conferenza stampa, le sue intenzioni.