Un piccolo calo ma nessuna fuga dalla capitale

«Stiamo pensando al secondo polo turistico della Capitale all’interno del quale ci sarà anche il Parco a tema che nascerà nel quadrante nord-ovest della città». Per il vicesindaco Mauro Cutrufo, la serata conclusiva dell’iniziativa «Toccata e fuga» è stata l’occasione per fare il punto sul turismo a Roma. «Nel progetto - ha detto il vicensindaco - c’è anche il rifacimento del waterfront di Ostia, l’acquario sotto il laghetto dell’Eur e il più grande business district d’Europa, cioè proprio l’Eur». Il vicesindaco, che ha anche la delega al turismo, ha aggiunto che del secondo polo farà parte anche «il nuovo porto turistico di Fiumicino con 1400 posti barca, di cui 100 per navi da diporto e il molo commerciale turistico a Fiumicino che raccoglie l’overbooking di Civitavecchia». L’opera di make-up comprenderà anche «il recupero - ha aggiunto Cutrufo - a nuove e maggiori mansioni della nuova Fiera di Roma che oggi è in grande difficoltà; pensiamo di attrezzarla anche per la grande concertistica internazionale perchè a Roma non c’è uno spazio che possa ospitare 10-15 mila spettatori». Quando sarà ultimato il polo turistico «sarà un’area - ha concluso il vicesindaco - che attirerà investimenti di privati e milioni di turisti in più».
Cutrufo ha anche voluto smentire il pessimismo sulle presenze a Roma nel periodo natalizio. Certo, il dato non è positivo, ma è meno catastrofico del previsto. «Rispetto alla brutta notizia che sembrava realtà, del -19 per cento delle presenze nel periodo natalizio - ha detto Cutrufo - abbiamo avuto solo il 6 per cento in meno rispetto allo stesso periodo dello scorso anno (che in termini assoluti vuol dire 150-200 mila presenze), un dato che durante l’anno si attesta intorno al -5 per cento».
Infine su «Toccata e fuga» Cutrufo ha detto che l’iniziativa «toccata e fuga» verrà inserita nel promo di Roma e arriverà in tutto il mondo. Durante le esibizioni musicali Cutrufo ha spiegato che le note «sono registrate live perché vogliamo utilizzare questo prodotto per la promozione di Roma nel mondo. Stiamo lavorando su un promo nel quale verranno inseriti anche dei pezzi dell’esibizione di questa sera». Per quanto riguarda l’iniziativa conclusa ieri, il vicesindaco ha ricordato che «Toccata e fuga estate» ha attirato 70mila persone: «È un modo per far uscire il Teatro dell’Opera dalle quattro mura prestigiose nelle quali è chiuso e portare la tradizione italiana nelle piazze della Capitale». Inoltre è allo studio «insieme con il Teatro dell’Opera una esibizione alla Fiera internazionale del turismo di Londra davanti a tutti i tour operator».