Piccolo capolavoro di Metheny

Orchestrion è un termine che indica gli attrezzi meccanici fabbricati nel XIX secolo per imitare un’intera orchestra, modificando soprattutto strumenti a tastiera: il più noto, usato anche nel jazz antico, è il pianoforte automatico o pianola con i famosi rulli forati di carta. Ci ha pensato a lungo il sommo chitarrista Pat Metheny, procedendo per tentativi che adesso danno luogo a questo cd straordinario e innovativo, creato in totale solitudine, del quale gli esperti si dovranno ricordare quando si tratterà di scegliere il migliore disco dell’anno. Metheny usa la sua chitarra elettrica come elemento di improvvisazione, e intorno a lui ci sono vari e numerosi strumenti meccanici che realizzano l’orchestra in quattro lunghi brani. Ascoltare con attenzione e leggere le note esplicative dell’autore.