Il piccolo premier che fa vivere il paese col web

Saufatu Sopo’aga, premier di Tuvalu, Staterello fatto da una serie di atolli a metà strada tra Australia e Hawai. Conosciuto in passato come Isole Ellice ed ex protettorato britannico, Tuvalu è indipendente dal 1978 ed è stato ammesso all’Onu nel 2000. Nel 1989, un rapporto dell’Onu sull’effetto serra lo indicava già come uno dei gruppi di isole che verranno completamente sommersi dal mare nel XXI secolo. Quest’anno ha già subito un’inondazione. Il governo si preoccupa, ma per il momento pensa a fare affari: Tuvalu vive grazie a Internet. Il suo dominio è «tv» e tutti i network del mondo strapagano le autorità locali ogni volta che devono aprire un sito per poterlo chiamare con il finale «.tv». Soltanto nel 2000 il Paese ricavò 50 milioni di dollari per mettere a disposizione quattro domini di una società californiana che poi li ha rivenduti ricavando poco meno del doppio.

Annunci

Altri articoli