Il pick-up Mazda BT-50 anche per il tempo libero

da Atene

In Europa il fenomeno pick-up sta affermandosi con numeri già piuttosto significativi. Dal 2001 la domanda è cresciuta del 30%. Non più soltanto mezzo da lavoro per artigiani e piccoli imprenditori, il furgoncino «open-air» trova acquirenti tra coloro che amano il trasporto promiscuo (famiglia e lavoro) e il tempo libero. Al successo del segmento concorrono soprattutto Mitsubishi L200, Nissan Navara, Isuzu D-Max, Tata Pickup e Toyota Hi-Lux. Per inserirsi tra questi best seller, con giustificate ambizioni, ci proverà da marzo Mazda BT-50, erede del B-2500. Per i nove mesi utili del 2007 Mazda Motor Europe fa molto affidamento sul BT-50, con una previsione di 8mila unità sui mercati continentali, di cui un migliaio in Italia. Ma per convincere i potenziali acquirenti del pick-up, occorre considerare la soddisfacente riuscita di un sostanziale remake e un listino studiato per ottenere il massimo beneficio da uno strategico posizionamento sul mercato. Prezzo d’attacco a 17.450 euro (Single Cab 4x2), mentre il top di gamma è quotato 27.500 euro, contro i 29.540 di Mitsubishi L200 e i 34.500 di Nissan Navara, certo più ambiziosi. Il BT-50 risponde a tutti i requisiti che caratterizzano un moderno pick-up: stile piacevole, maggiori dimensioni, solidità della struttura, versatilità d’uso, comfort, sicurezza, motore generoso, equilibrio di prestazioni su e fuori strada, capacità di traino.
Esteticamente, fa la differenza il nuovo frontale che incorpora un grande e unico fascione comprendente mascherina e paraurti. Tre sono le configurazioni della cabina: Single Cab a due porte, Freestyle Cab 2+2 a 4 porte con apertura centrale, Double Cab a 5 posti e 4 porte. Riprogettato il motore 4 cilindri MZR-CD 2.5 16v, un parsimonioso turbodiesel common-rail da 143 cv, 34 in più del precedente. Una speciale valvola di controllo del vortice, insieme al sistema di ricircolo e di raffreddamento dei gas di scarico, garantisce il rispetto della normativa Euro 4. Cambio manuale a 5 rapporti e trasmissione a 2 o 2/4 ruote motrici con differenziale a slittamento limitato. Nella versione a quattro ruote motrici, la BT-50 riesce a portarsi dietro 3mila kg con rimorchio trainato e una pendenza del 12%, come nessun altro pick-up della categoria. L’abitacolo è certamente più ospitale e meglio vivibile, con sedili più grandi, imbottiti e comodi. La climatizzazione è più efficiente e la rumorosità limitata.