Il Piemonte assume un’intera giunta

La regione Piemonte sta pagando 14 assessori «fuori quota», ossia non consiglieri. Quattordici stipendi in più, computer in più, segretarie in più. La presidentessa diessina, Mercedes Bresso, ha nominato ben nove assessori esterni al consiglio, mentre ha imposto agli altri cinque le dimissioni da consigliere. Costo mensile due milioni e mezzo di euro. E scoppia il caso delle consulenze: in tre mesi sborsati 850mila euro. Pioggia di interpellanze.