Piemonte, una carta di credito per sostenere la cultura

La Regione Piemonte lancia di carta di credito per la cultura, una carta di credito a tutti gli effetti che, senza costi aggiuntivi, permetterà di accantonare in un fondo una percentuale della spesa, destinandola al finanziamento dei beni culturali regionali. È questo l’obiettivo della delibera approvata ieri dalla giunta regionale del Piemonte nella prima seduta dopo la pausa estiva. «Sono molto soddisfatto - ha detto l’assessore regionale alla Cultura, Michele Coppola - Si tratta di un decisivo tassello che ci permette di rispettare i tempi e di poter lanciare la carta per la fine del 2011». L’obiettivo è, appunto, la creazione di un fondo di finanziamento per la cultura: «Senza costi aggiuntivi per chi usufruirà della carta - spiega Coppola - una percentuale sulle spese verrà trasferita a un fondo destinato a finanziare le istituzioni culturali della Regione Piemonte, come il Teatro Regio, la Reggia di Venaria o il Museo Egizio». Nei prossimi giorni Finpemonte, su mandato della Regione Piemonte, individuerà l’istituto bancario, partner dell’iniziativa. «La nostra volontà - prosegue Coppola - è di donare la carta di credito per Natale a tutti i dipendenti della Regione Piemonte contando anche sul sostegno di imprenditori che magari vogliano regalarle ai propri dipendenti e sulla condivisione di istituzioni culturali, musei e di tutti gli appassionati di cultura».