Pieno gratis alle loro auto: sei arresti

Tra un rifornimento di carburante e l’altro, avevano ideato il metodo per riempire proficuamente le proprie tasche a scapito degli automobilisti che si fermavano al loro distributore di benzina, situato lungo l’autostrada A4 Milano-Venezia.
Protagonisti dell’ennesimo raggiro cinque cittadini italiani ed un mauriziano che, grazie al solito «skimmer», approfittavano dei momenti di disattenzione degli automobilisti per appropriarsi indebitamente dei dati magnetici contenuti nelle loro carte di credito per poi clonarle.
Insieme all’apparecchio di lettura, gli agenti della polizia stradale di Seriate e di Milano hanno trovato, nelle case dei truffatori, una completa apparecchiatura che consentiva alla banda di riprodurre copie perfettamente funzionanti di bancomat e carte di pagamento.
Il bottino racimolato dai sei, una cospicua somma di denaro di alcune migliaia di euro, veniva riutilizzata per il rifornimento di carburante delle proprie autovetture e di quelle di amici e parenti che, dietro il pagamento di un piccolo compenso, trovavano i serbatoi delle proprie auto sempre colmi.