Piercing? No grazie!

I piercing sulla bocca sono diventati una moda tra i piú giovani ma questa pratica provoca gravi conseguenze (infezioni, difficoltà respiratorie o difficoltà di linguaggio) ma, soprattutto, aumenta le probabilità di soffrire di qualche tipo di problema orale

 

Quella del piercing alla bocca è diventata negli ultimi anni una moda molto inflazionata, soprattutto tra i giovanissimi e una domanda molto frequente fatta ai dentisti è “Ma i piercing orali mettono davvero a rischio la salute della bocca?”. La risposta alla domanda è: sì. Questi “buchi” causano infezioni, difficoltà respiratorie o difficoltà di linguaggio e aumenta le probabilità di soffrire di qualche tipo di problema orale.

I piercing sulle labbra, superiori o inferiori, possono produrre infiammazioni della mucosa interna delle labbra e/o delle guancie: attravero la perforazione si corre il rischio di danneggiare qualche piccola ghiandola salivare che puó otturarsi e produrre un accumulo di saliva e, come conseguenza, un’infiammazione della mucosa che puó diventare anche un processo doloroso.

Un altro aspetto da tenere presente è che i piercing causano infiammazioni alle gengive dovute al contatto della parte interna del piercing e il continuo strofinamento con la gengiva quando si parla, si mangia, ecc… provoca come reazione un meccanismo di difesa delle gengive che cominciano a ritirarsi” afferma la odontoiatra di Vital Dent Mariela Gavidia.

Per quanto riguarda i piercing sulla lingua, eseguendo la perforazione si può danneggiare una ghiandola salivare, un muscolo o addirittura un nervo, e questo puó causare infiammazione, dolore o anche perdita della sensibilità e del senso del gusto. “ Spesso chi realizza questo tipo di piercing non ha la conoscenza sufficiente della morfologia e dell’anatomia della cavità orale, che nel caso della lingua è abbastanza complessa, perché è un organo innervato che presenta diversi nervi oltre che ben otto muscoli, quindi un’esecuzione erronea di questi piercing puó provocare seri disturbi alla nostra bocca” afferma la dottoressa Mariela Gavidia.

Chi ha piercing in queste zone deve quindi intensificare la propria igiene orale in quanto più predisposte alle infezioni che possono essere causate da complicazioni nel processo di cicatrizzazione della perforazione (più difficile da curare a causa dell’umidità della mucosa orale), e dalla placca batterica che si accumula per i resti di cibo che non vengono rimossi a causa della presenza del piercing stesso.
Per questi motivi Vital Dent consiglia di andare con maggiore frequenza dal dentista per realizzare revisioni e prevenire cosí possibili problemi orali associati ai piercing.