Pierluigi Vinai: «Un momento per far conoscere le esigenze dei più piccini»

Sono oltre 60 i pullman che questa mattina varcheranno i cancelli della Fiera di Genova per portare centinaia di bambini alla prima edizione della «Festa dei Giovani», una grande kermesse di sport, cultura, divertimento e spettacolo dedicata al mondo dell’infanzia.
«Abbiamo avuto adesioni da tutta la Liguria - commenta soddisfatto Pierluigi Vinai, consigliere di amministrazione della Fondazione Carige -. In questi 3 giorni siamo pronti ad accogliere migliaia di bambini e le loro famiglie. La festa è nata proprio per i più piccoli, per le loro esigenze, per divertirli e incuriosirli, ma anche per gli adulti, per riflettere sul mondo dell’infanzia, sul futuro di questi bambini, che sono la nostra più grande risorsa».
Se la Fondazione Carige si è sempre occupata dei giovani, del loro mondo, in vari modi non ultimo quello dei bandi rivolti alle scuole, con «la Festa dei Giovani» l’intento è diventato quello di creare un evento che portasse alla ribalta l’infanzia.
«Siamo partiti dallo sport, un elemento importantissimo per la crescita e lo sviluppo di un bambino - continua Vinai -, ma non ci siamo fermati a questo. Anche l’aspetto socio-sanitario riveste in questa festa una grande importanza, formativa ma anche di divertimento», come nel caso della manifestazione organizzata dall’Istituto Davide Chiossone che illustra un percorso sensoriale per far capire a chi vede i mezzi e gli strumenti con cui si rapportano i non-vedenti, e di quella di «Tre tiri per la vita» dove ogni calcio di rigore sarà un vero e proprio goal a favore della vita perché regalerà fondi all’ospedale Gaslini.
«Altro tema centrale, la natura - continua Vinai - in ogni suo aspetto. Per questo la Coldiretti ha, all’interno della Fiera, due spazi, uno dedicato al cibo, con un laboratorio per imparare a produrre partendo dagli elementi base, e uno adibito a stalla, all’aperto, dove i bimbi potranno vedere tutti gli animali in via di estinzione della Liguria».
Immancabili poi e amatissimi i laboratori grazie anche alla collaborazione della Città dei Bambini. I bimbi infatti potranno scegliere tra i laboratori sul tema dell’acqua, quelli sull’accoglienza (rivolti all’integrazione), quelli sulla robotica, e quelli del disegno, dove i piccoli avranno come maestro d’eccezione il bravissimo Lele Luzzati. Di grande interesse poi i tre convegni sul tema dell’infanzia, della famiglia e della scuola.

Annunci

Altri articoli