Del Piero molliccio Tiago sembra Falcao

JUVENTUS
BUFFON 5
Salvato da arbitro e guardalinee sul gol-non gol. Manca qualche riflesso e si vede. Stavolta è da autogol.
GRYGERA 6
Si è dedicato anima e corpo ad Anelka. Meglio di niente.
MELLBERG 5
Asserragliato nella sua difesa, evita svarioni.
CHIELLINI 4
Tutto in affanno, Drogba lo fa sentir piccolo, Essien un gattone di marmo. E l’arbitro gli dà la paga.
MOLINARO 5
Corri uomo corri. Ha messo gli inglesi subito in sofferenza sulla sua fascia. Peccato si sia addormentato sul pareggio.
MARCHISIO 6
Costretto a un tipo di gioco non suo. Si è arrangiato.
TIAGO 6,5
Per un po’ un Falcao di antica memoria. Ha tenuto insieme gioco e squadra. Collante di pregio. Poi, quando Lampard ha incocciato il suo piede, la luna si è girata.
NEDVED sv
Ogni botta lo abbatte. Ne bastano due ed esce: solita maledizione Champions. Dal 13’ pt Salihamidzic 5.5 Animoso e umile.
DEL PIERO 6
Gioca da regista d’attacco. Ci prende poco, è molliccio, non gli riesce un dribbling. Migliora quando torna a fare l’attaccante puro. Ma nel rigore è un artista.
TREZEGUET 6
Scarno e decisivo come uomo assist. Ne avrebbe bisogno di qualcuno per sé. Sfrutta il poco che arriva. E giustamente si arrabbia quando vien sostituito. Dal 33’ st Amauri sv.
IAQUINTA 7
Gol di potenza e prepotenza fisica. È il più pericoloso nel gioco d’attacco, ma esce per equilibri di spogliatoio. Dal 15’ st Giovinco 5,5. Solito gingillino.

All. RANIERI 5.5
Audace col tridente ma a ragion veduta. Rischia tanto pure col centrocampo, al solito tradito dalla difesa. Poco comprensibili i cambi di Iaquinta e Trezeguet.

Arbitro Mallenco 5,5. Il guardalinee Casado non lo aiuta sul gol-non-gol. Vede bene nell'azione del rigore.