Del Piero è velenoso Trezeguet giornata no

Bianconeri messi alle corde dall’Atalanta: solo nel finale trovano con il ceco il gol che mantiene le distanze dall’Inter

JUVENTUS
6 BUFFON Puntuale quando serve.

6 ZEBINA Meglio in fase di spinta che in fase
di copertura.
6,5 LEGROTTAGLIE Preciso, al solito.

6 CHIELLINI Concede poco.

7 MOLINARO Spinge appena può: i piedi non sono vellutati, però dà l'anima
5 PALLADINO Impreciso, un passo indietro rispetto ad altre belle prove. Dal 1' st MARCHIONNI 5,5 Gli manca lo sprint.
6,5 NOCERINO Recupera la solita quantità di palloni.
6,5 ZANETTI Sicurezza.

7 NEDVED Conferma i progressi di condizione soprattutto nel primo tempo, poi trova il jolly con il gol che vale i tre punti: festeggia così la 300ª presenza in serie A. Dal 45' st TIAGO sv.
5 IAQUINTA Pochi spazi, nell'intasata metà campo bergamasca. Dal 1' st DEL PIERO 6,5 Un paio di slalom dei suoi e una punizione al veleno.
6 TREZEGUET Sfiora il gol più volte, ma non era giornata.
6 RANIERI La scelta di Palladino come vice Camoranesi non lo premia. Discutibili i pochi minuti che concede a Tiago: se lo vuole recuperare, non si fa così.
ATALANTA
6,5 COPPOLA Sempre attento, incolpevole sul gol.
5,5 CAPELLI Soffre spesso e quando Del Piero lo mette in croce viene sostituito. Dal 15' st BELLERI 6 Si dedica al capitano juventino.
6 PELLEGRINO Ogni tanto va in affanno, si divora un gol nel finale.
6,5 CARROZZIERI Non solo grande e grosso. Centrali come lui non ce ne sono molti.
6 BELLINI Senza infamia.

5,5 FERREIRA PINTO Ci si aspettava di più.
6 DE ASCENTIS Fa il suo dovere.

6 GUARENTE Giocatore di quantità. Dal 28' st TISSONE sv.
6 PADOIN Discreta personalità. Dal 19' st LANGELLA 5,5 Non trova lo sprint giusto.
7 DONI Si sente il capo della truppa e lo dimostra lavorando una quantità industriale di palloni.
6 FLOCCARI Discreti numeri sulla trequarti, ma dentro l'area sparisce.
6 DEL NERI Forse meritava di più.
7 ORSATO Buona direzione, senza protagonismi.