Tra Di Pietro e Prodi ci sono Autostrade

Il ministro delle Infrastrutture Antonio Di Pietro ieri ha cercato di mettere una pezza all’ennesima gaffe del governo. Il maxiemendamento prevedeva l’aumento dei pedaggi autostradali. Quello che Di Pietro aveva promesso di scongiurare, mandando a monte la fusione tra Autostrade e la società spagnola Abertis. Chissà come si è sentito l’ex pm appena ha scoperto (dai giornali di ieri) che il premier l’aveva scavalcato. Tra l’aria di rimpasto che tira e le faide interne al governo, oramai tra il Professore e i suoi ministri c’è un abisso. Nel caso di Di Pietro ci sono autostrade.